Gli Stati Uniti allertano sui viaggi in Giappone, nuovi dubbi sulle Olimpiadi

Gli Stati Uniti allertano sui viaggi in Giappone, nuovi dubbi sulle Olimpiadi
Clicca qui per ASCOLTARE la lettura dell'articolo

Gli Stati Uniti hanno detto che gli americani dovrebbero evitare di viaggiare in Giappone, con gran parte del paese sotto uno stato di emergenza su un focolaio di Covid-19 che ha seminato dubbi sui piani di Tokyo per ospitare le Olimpiadi in meno di due mesi.

Il Dipartimento di Stato ha sollevato il suo consiglio di viaggio a livello quattro il Lunedi, mettendo il Giappone in una categoria con una vasta fascia di nazioni dall’America Latina all’Europa che gli americani sono invitati a evitare a causa di preoccupazioni coronavirus.

L’azione – che viene nonostante i tassi di infezione molto più bassi in Giappone rispetto agli Stati Uniti – è un nuovo colpo per un paese che lotta per convincere il proprio pubblico e la comunità internazionale che è pronto ad ospitare le Olimpiadi estive a partire dal 23 luglio, dopo il loro ritardo nel 2020.

Il segretario di gabinetto Katsunobu Kato ha detto ai giornalisti a Tokyo martedì che gli Stati Uniti avevano informato il Giappone che la sua decisione non era collegata alle Olimpiadi ed era basata su indicatori dei tassi di infezione nei 28 giorni precedenti.

Il Giappone è impostato per estendere uno stato di emergenza che copre Tokyo e la maggior parte delle aree urbane del paese, secondo il giornale Yomiuri e altri media, che significa che non può essere sollevato fino a circa un mese prima dell’inizio delle Olimpiadi.

Il governo giapponese sta affrontando l’opposizione in patria per ospitare i giochi tra le preoccupazioni che la stravaganza sportiva potrebbe trasformarsi in un evento di superspreader Covid-19. Quasi il 60% degli intervistati in un sondaggio di Yomiuri questo mese ha detto che le Olimpiadi dovrebbero essere annullate.

“La cancellazione delle Olimpiadi avrebbe probabilmente un effetto duraturo. Potrebbe intaccare il sentimento degli affari e dei consumatori, entrambi critici per la ripresa economica”, ha scritto Yuki Masujima di Bloomberg Economics.

L’annuncio degli Stati Uniti arriva mentre le infezioni calano nella maggior parte del Giappone. Il 23 maggio, il paese ha registrato circa 39 nuovi casi per milione di persone, rispetto a circa 76 negli Stati Uniti, secondo Our World in Data.

La mossa è anche in gran parte simbolica, poiché il Giappone attualmente vieta la maggior parte dei viaggi in entrata, anche dagli Stati Uniti. Circa 600 persone sono entrate in Giappone dagli Stati Uniti ad aprile, in calo del 99,6% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Un peso massimo nel partito di governo del Giappone, Toshihiro Nikai, ha detto ai giornalisti che il paese deve decidere presto se può tenere i giochi a luglio data l’attuale situazione del virus, secondo l’emittente FNN.

Il livello 4 advisory è il più alto emesso dal dipartimento di stato degli Stati Uniti, avvertendo gli americani che viaggiano c’è una maggiore probabilità di rischi di vita e che il governo può essere solo in grado di fornire assistenza limitata. Più di 100 altre nazioni sono sotto simili avvisi, tra cui Francia, Germania, Russia, Malesia e Messico.

L’ultima ondata di Covid-19 in Giappone è stata in gran parte guidata da ceppi più infettivi dall’estero, aggiungendo alle preoccupazioni circa l’invito di migliaia di partecipanti d’oltremare, tra cui atleti e funzionari. Alcuni concorrenti hanno espresso preoccupazioni per la sicurezza, con la squadra di atletica leggera degli Stati Uniti annullando la formazione pre-Olympics nel paese.

Il comitato olimpico e paralimpico degli Stati Uniti ha detto lunedì che gli atleti americani non saranno a rischio indebito se competono questa estate a Tokyo. Mentre la mercuriale Corea del Nord ha detto che avrebbe saltato le Olimpiadi di Tokyo a causa di preoccupazioni di coronavirus, nessun altro paese ha formalmente tirato fuori.

“Ci sentiamo fiduciosi che le attuali pratiche di mitigazione in atto per gli atleti e il personale da entrambi il USOPC e il comitato organizzatore di Tokyo, accoppiato con il test prima del viaggio, all’arrivo in Giappone e durante il tempo dei giochi, permetterà la partecipazione sicura degli atleti del Team USA questa estate,” il comitato ha detto in una dichiarazione.

Inizialmente, 600.000 fan dall’estero era stato proiettato a partecipare pure, ma gli organizzatori ha escluso questa possibilità nel mese di marzo. Essi sono impostati per decidere presto se anche gli spettatori locali sarebbe permesso di guardare le gare in persona. Hanno già ridotto il numero di funzionari e altri previsti per partecipare da oltreoceano a circa 78.000, non compresi gli atleti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: