Quanto costa l’agenzia di comunicazione?

Quanto costa l’agenzia di comunicazione?

Quanto costa un’agenzia di comunicazione? Si tratta di una spesa abbordabile o vicina solamente ai grandi brand? Dal momento che sempre più attività e liberi professionisti si stanno avvicinando alla necessità di migliorare la propria immagine online ed offline abbiamo pensato di chiarire quali potrebbero essere i costi e le spese derivanti dall’ingaggio di una buona agenzia di comunicazione.

Cosa offre l’agenzia?

Per prima cosa dobbiamo chiarire che queste realtà non lavorano per produrre un prodotto finito come potrebbe essere una torta o una bicicletta. L’operato dell’agenzia consiste nel fornire prodotti e servizi destinati ad evolvere nel tempo e a produrre un miglioramento dell’immagine o dei fatturati di un brand, di un professionista o di un’organizzazione. È per questo che ce ne sono alcune preparate ad offrire un’infinità di servizi, tipo Mediaticanetwork, mentre ce ne sono altre specializzate soltanto su un preciso ambito. Per capire costi e spese, quindi, occorrerebbe capire meglio come si caratterizza il mondo della comunicazione.

Il momento del preventivo

Quando un potenziale cliente richiede un preventivo l’agenzia non prenderà file pre-compilati da un listino generale. Certo ci sono dei costi fissi e universalmente validi ma nel campo della comunicazione è impossibile prevedere un prezzo senza conoscere alcune informazioni. Il costo di un servizio, difatti, è determinato in base al volume d’affari, al budget e agli obiettivi di crescita del cliente. Quindi un sito web potrà costare diverse migliaia di euro se questo necessita un suo server dedicato, se deve svolgere azioni complesse e gestire transazioni e dati.

Quando il sito è un semplice biglietto da visita virtuale corredato da un piccolo blog, invece, il costo sarà nettamente minore. Magari c’è chi vuole soltanto un sito web che poi gestirà autonomamente mentre ci sarà un altro cliente che vorrà essere affiancato dal professionista per il primo periodo di avviamento. Come vedi per il solo sito web ci sono infinite opzioni e, dunque, infiniti costi. Per capire a quanto ammonterà un preventivo, quindi, ci saranno da valutare i tuoi affari rispetto ai tuoi obiettivi e, soprattutto, quanto sei disposto a spendere.

Spese e costi fissi

Per la stessa ragione dovrai anche prevedere quelli che sono i costi fissi e che dipendono marginalmente dall’agenzia. Se torniamo all’esempio del sito web questo potrebbe essere ospitato su un hosting condiviso che è economico e che, generalmente, non viene pagato direttamente all’agenzia. In altri casi l’agenzia potrebbe avere un proprio server dedicato o in altri ancora il costo del server potrebbe essere estremamente dispendioso in virtù dei dati e delle funzioni che il sito dovrà gestire. Lo stesso vale per le campagne di sponsorizzazione sui social o per i costi di stampa che dipendono solo in parte dall’agenzia a cui ti sei affidato.

Ritorni e guadagni

Inoltre i costi e le spese sono da valutare rispetto ai ritorni, ovvero ai guadagni che otterrai investendo nei servizi di un’agenzia di comunicazione. Se spendi cento euro in Facebook ADS, per esempio, l’agenzia dovrà necessariamente mostrarti come questi hanno fruttato o meno una precisa rendita in base all’obiettivo della campagna.

I ritorni e i guadagni sono la variabile che ti consente di investire in attività di comunicazione di valore, tali per cui il tuo brand o la tua organizzazione riceverà qualcosa indietro: fatturato, nuovi clienti, apprezzamento e fidelizzazione. Quindi la prossima volta che ti chiederai quanto costa l’agenzia di comunicazione dovresti ragionare sul tuo business e richiedere preventivi per specifici servizi a cui sei interessato. Dovrai farlo spiegando quanto sei disposto a spendere e cosa ti aspetti perché, così facendo, otterrai un preventivo estremamente personalizzato e vicino alle tue aspettative.