Le imprese di pulizie al tempo della pandemia

Le imprese di pulizie al tempo della pandemia
Clicca qui per ASCOLTARE la lettura dell'articolo

In un momento in cui il mondo sta subendo la più grande trasformazione della sua storia a causa del Covid 19, è diventato fondamentale – specie per le imprese di pulizie professionali – massimizzare la portata dell’azione di igiene e disinfezione.

Dall’inizio della pandemia, le autorità responsabili, specialmente l’OMS e il Ministero della Salute, hanno già pubblicato misure sui protocolli d’igiene da seguire negli eventi e nei raduni di persone e questo è un aspetto che logicamente deve essere rispettato e rispettato in tutti i suoi punti.

Le ditte professionali di pulizie devono adattarsi a questa nuova realtà e creare una nuova sottocategoria di offerta denominata “Servizi di prevenzione Covid-19”.

Il futuro degli eventi e degli spazi aperti al pubblico dipende dalla prevenzione e dalla disinfezione degli spazi e dei materiali utilizzati. Con l’esperienza di aver contribuito alla costruzione e allo sviluppo centinaia eventi in tutto il mondo, Splendida Service è una delle aziende leader del settore e uno dei pionieri nella lotta contro il COVID-19. Per questa azienda di Roma, il modo di lavorare inizia con la formazione del personale e la fornitura di tutte le conoscenze necessarie per svolgere il proprio lavoro, cercando l’eccellenza e il lavoro di squadra.

L’azienda pone grande attenzione ai protocolli di disinfezione di ambienti e superfici delicate basati sulla nebulizzazione con disinfettanti di alta qualità. Specializzati nella sterilizzazione del materiale chirurgico negli ospedali, sono utili per qualsiasi tipo di evento visti i livelli di salubrità che si richiedono oggi.

Cosa significa “pulizia profonda”?

I nuovi casi di Covid-19 nella comunità hanno scatenato un’ondata di pulizie profonde nelle aziende. Ben lontani da una semplice passata con un panno, ogni pulizia mette in moto una serie di procedure impostate, che vanno da come le superfici vengono pulite, all’equipaggiamento protettivo che gli addetti alle pulizie devono indossare, e come l’equipaggiamento protettivo usato dagli addetti alle pulizie e i prodotti di pulizia vengono smaltiti.

Il Covid-19 si diffonde attraverso le goccioline nell’aria con cui le persone possono entrare in contatto quando toccano le superfici su cui sono cadute le goccioline infettive.

Le goccioline possono essere diffuse quando una persona infetta tossisce, starnutisce o parla. Queste goccioline sono troppo grandi per rimanere nell’aria a lungo, quindi si depositano rapidamente sulle superfici circostanti.

Il Covid-19 può sopravvivere su diverse superfici per diverse lunghezze di tempo, dice il Ministero della salute. Il tempo esatto dipende dalla superficie, dalla temperatura e dall’umidità, ma gli studi hanno dimostrato che il Covid-19 può sopravvivere fino a 72 ore su plastica e acciaio inossidabile, ma meno di 24 ore sul cartone e solo quattro ore sul rame.

Per queste ragioni, una pulizia profonda è solitamente utilizzata per ridurre il rischio di trasmissione comunitaria.

I DPI sono la prima priorità. Prima di qualsiasi pulizia, gli addetti alle pulizie devono indossare i dispositivi di protezione individuale (DPI) – e c’è un modo stabilito per farlo:

  • Disinfettare le mani
  • Indossare un camice o un grembiule
  • Indossare una maschera
  • Indossare occhiali protettivi (se il produttore del prodotto di pulizia raccomanda una protezione per gli occhi, indossare uno schermo
  • facciale o degli occhiali di protezione. Si noti che gli occhiali da vista non sono classificati come protezione per gli occhi)
  • Indossare i guanti (questi possono includere guanti domestici pesanti)

Una volta terminata la pulizia, c’è un’altra procedura da seguire per togliere i DPI:

  • Togliere i guanti.
  • Eseguire l’igiene delle mani.
  • Togliere il camice.
  • Eseguire l’igiene delle mani.
  • Togliere gli occhiali protettivi (se indossati e separati dalla maschera).
  • Eseguire l’igiene delle mani.
  • Rimuovere la maschera.
  • Eseguire l’igiene delle mani

Prodotti per la pulizia

I prodotti detergenti/disinfettanti di grado ospedaliero sono usati per la pulizia dopo un caso confermato o probabile di Covid-19. Questi contengono sia agenti detergenti che disinfettanti per aumentare l’efficienza.

I servizi di pulizia profonda includono la nebulizzazione elettrostatica, che disperde microgocce di disinfettante e biocidi nell’aria. Queste possono raggiungere aree non toccate dai metodi di pulizia convenzionali. Le particelle elettrostatiche disperse con la nebbia si attaccano anche alla parte inferiore delle superfici, dando una protezione completa.

La nebulizzazione per proteggere dal Covid-19 è stata usata per la prima volta in Nuova Zelanda dagli specialisti di decontaminazione e pulizia profonda OCS, che hanno usato il processo per pulire l’aeroporto di Auckland dopo che i passeggeri erano sbarcati dal volo di rimpatrio Wuhan. Da allora, la OCS ha pulito più di 1000 siti negli ultimi 12 mesi, tra cui strutture per la cura degli anziani, centri di sperimentazione del Covid-19 ed edifici commerciali.

Ordine di pulizia

Le linee guida del Ministero determinano un ordine rigoroso per la pulizia profonda, che viene effettuata dall’alto verso il basso. Le superfici e gli oggetti più in alto vengono puliti per primi, e quelli vicino al pavimento per ultimi.

Le superfici e gli oggetti dall’aspetto più pulito vengono puliti per primi, e gli addetti alle pulizie lavorano gradualmente per affrontare le superfici più sporche per ultime.

Agli addetti alle pulizie viene chiesto di evitare di passare da un’area che non è stata pulita ad un’area che è stata pulita. In questo modo si evita di sporcare l’area pulita e di contaminare in modo incrociato oggetti o superfici.

Supermercati

Una pulizia profonda in un supermercato comporta la pulizia e la sanificazione di tutte le superfici del negozio che possono essere state toccate o calpestate, comprese le pareti, gli armadietti, le maniglie e gli scaffali. Il processo di pulizia profonda è condotto in un ordine specifico per garantire risultati ottimali e ridurre qualsiasi potenziale di contaminazione incrociata. Per esempio, la pulizia inizia con le superfici in alto e i pavimenti vengono puliti per ultimi. L’agente utilizzato deve essere un disinfettante e un detergente di grado ospedaliero 2 in 1.

Pulizia delle camere d’albergo

Ci sono regole specifiche per la pulizia profonda degli hotel. Le camere nelle strutture MIQ (managed isolation quarantine) vengono pulite a fondo dopo che ogni ospite lascia la camera. Tutta la biancheria (lenzuola, asciugamani, copricuscini e altri tessuti) viene rimossa per il lavaggio e messa in un sacchetto di plastica (o in un contenitore non poroso con coperchio) per il trasporto alla lavanderia. Gli articoli vengono lavati in una lavatrice con detersivo alla temperatura più calda raccomandata sull’etichetta dell’articolo, e asciugati accuratamente.

Se la lavanderia è affidata a un’azienda commerciale, viene seguita la procedura dell’azienda per la biancheria contaminata sporca.

Gli apparecchi da tavola, le stoviglie e le posate vengono rimossi e messi in contenitori non porosi e coperti per essere portati in lavastoviglie o in cucina.

Tutti gli elettrodomestici da tavola (per esempio il bollitore) vengono puliti secondo le istruzioni. Gli oggetti di uso domestico, come piatti, tazze, utensili da pranzo, sono puliti a fondo, preferibilmente in una lavastoviglie commerciale. I grandi elettrodomestici da cucina, come frigoriferi e forni, vengono puliti dentro e fuori.

Le superfici “ad alto contatto”, come banconi, armadi, ripiani dei tavoli, maniglie di porte e cassetti, telefoni e interruttori della luce vengono puliti.

I sanitari, le docce e le toilette vengono puliti con un set separato di attrezzature per la pulizia (panni monouso, ecc.) utilizzando una soluzione disinfettante o di candeggina. Le toilette sono l’ultimo elemento del bagno ad essere pulito.

Una volta completata questa pulizia, gli addetti alle pulizie si tolgono e si liberano dei guanti, si lavano le mani con acqua e sapone e le asciugano accuratamente con un asciugamano pulito o un tovagliolo di carta. Poi indossano guanti puliti.

Il tappeto viene poi aspirato. La pulizia a vapore di tappeti e moquette non è necessaria.

Per le superfici dure, i pavimenti vengono puliti con la soluzione disinfettante o di candeggina preparata. Il pulitore si sposta da un capo all’altro del locale (iniziando dal lato più lontano della stanza e lavorando all’indietro verso l’uscita/porta).

Alla fine della pulizia, tutti i camici usati, le mascherine, i guanti e gli altri oggetti contaminati vengono rimossi (in ordine corretto) e messi in un contenitore foderato prima di essere smaltiti con altri rifiuti domestici/generali.

Gli addetti alle pulizie si lavano le mani immediatamente dopo aver maneggiato questi articoli.

Uffici

Procedure simili vengono seguite per gli uffici, insieme alla pulizia profonda di computer, scrivanie di computer, attrezzature condivise, fotocopiatrici, braccioli delle sedie, corrimano, pulsanti dell’ascensore, cucine degli uffici, sale riunioni (inclusi tavoli, touchpad e telecomandi), porte e bagni (lavandini, rubinetti, toilette, dispenser). La nebulizzazione viene utilizzata anche per questi spazi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: