Ritrovate in Italia le opere rubate di Banksy

Ritrovate in Italia le opere  rubate di Banksy

Un murale del famoso artista di strada Banksy, rubato a Parigi l’anno scorso, è stato scoperto in Italia.

L’immagine stampata di una ragazza in lutto commemora le vittime dell’attacco terroristico di Parigi del novembre 2015 nella sala da concerto di Bataclan.

È stato dipinto su una delle uscite di sicurezza dell’edificio, dove militanti islamici hanno ucciso 90 persone durante un concerto rock, ma è stato tagliato fuori dalla porta e portato nel 2019.

Le autorità italiane hanno riferito che l’opera d’arte è stata trovata in una fattoria abbandonata nella regione orientale dell’Abruzzo. Il raid è stato condotto con la polizia francese, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa AFP.

Il murale faceva parte di una serie di opere d’arte attribuite a Banksy, apparse intorno a Parigi nel 2018, molte delle quali sono anche scomparse.

Altri lavori rubati includono un murale di un uomo d’affari in giacca e cravatta che offre a un cane un osso – avendo appena visto la propria zampa dell’animale – e l’immagine di un topo mascherato che brandisce un taglierino.

Le opere di Banksy sono incredibilmente popolari e molte hanno venduto all’asta per oltre 1 milione di euro.