Ciccanina, il nuovo romanzo di Silvestra Sorbera

Ciccanina, il nuovo romanzo di Silvestra Sorbera
Clicca qui per ASCOLTARE la lettura dell'articolo

Arriva su Amazon e su tutte gli store, e a breve nelle librerie, il nuovo romanzo della giornalista Silvestra Sorbera dal titolo Ciccannina, il romanzo è il quinto della serie Commissario Livia.

In questa quinta indagine, il commissario Livia avrà a che fare con il dolore sotto varie forme.

L’isolamento sociale causato dalla pandemia ma anche i vari risvolti della solitudine e i drammi che la solitudine e la paura di perdere gli affetti più cari possono provocare.

SINOSSI: La Ciccannina suona per ricordare all’uomo di alzarsi e andare a lavorare.

Questa antica leggenda siciliana che ha per protagonista due sorelle dalle voci melodiose torna nella mente del commissario per ricordarle i cambiamenti della sua vita.

In questa indagine Livia dovrà fare i conti con i problemi legati alla pandemia e trovare in poche ore un padre e i suoi due figli. La solitudine, il dolore, la paura di perdere tutto muovono le corde dell’animo dei protagonisti non più disposti a scavare nel proprio dolore che fa eco nella loro esistenza come le campane della Ciccannina.

BIOGRAFIA: Classe 1983, piemontese di origini siciliane, è una giornalista e autrice di racconti e romanzi. Per la serie “Il commissario Livia” ha pubblicato il racconto lungo “La prima indagine” (tradotto in russo), il romanzo “I fiori rubati”, “Castelli di sabbia” e “Le quattro stagioni del Commissario Livia”. I romanzi della serie sul commissario Livia sono stati oggetto di studio da parte di diverse Università straniere. Nello specifico la dottoressa Maria Donata Tirone ha scritto diversi saggi sulle nuove scrittrici italiane, sui personaggi femminili e le donne poliziotto scritte da penne rosa. Nel 2019 la serie del commissario Livia è stata oggetto di studio all’interno del congresso: “Scrittrici italiane inedite nella querella femminile: traduzioni in altre lingue, prospettive e bilanci”.

Per la serie “Simone e la rana” ha scritto nel 2013 la favola “Simone e la rana: viaggio nel bosco magico”, nel 2017 “Simone e la rana: viaggio nel castello stregato” e nel 2018 “Simone e la rana: Viaggio tra i pianeti”. Tutte le favole sono state realizzate con la collaborazione del figlio Simone, classe 2011 e inserite all’interno di alcuni siti a stampo montessoriano.

Nel 2013 pubblica il saggio letterario – cinematografico “La forma dell’acqua. Camilleri tra letteratura e fiction” testo che riprende in parte la tesi di laurea precedente pubblicata sul sito ufficiale dell’autore Andrea Camilleri .

Nel 2018 il saggio “L’Allieva tra letteratura e fiction”.

Nel 2014 pubblica i racconti “Vita da sfollati” e a seguire “Sicilia” e “La guerra di Piera”.

Nel 2016 il romanzo autobiografico “Diario per mio figlio” e il romanzo “Sono qui per l’amore”. Nel 2018 la commedia romantica “Numeri, amore & Guai”.

Nel 2019 il romance “Un errore perfetto”, nel 2020 “Più che amici”. Con la collega Mariantonietta Barbara scrive i romanzi “Amiche per caso”, “10 ragazzi per me” e “Un cuore ballerino”.

Ha vinto per ben tre volte il concorso “Racconti dal Piemonte” organizzato dalla casa editrice Historica, nel 2004 ha vinto il primo premio per un concorso avente come tema l’amore e ha partecipato alla realizzazione dell’antologia Veglia i cui proventi sono stati devoluti a delle associazioni benefiche che si sono occupate della ricostruzione di Amatrice dopo il terremoto del 2016.

Dicono dei romanzi:

“Ben scritto, è interessante, è avvincente, ha il giusto ritmo e nella narrazione trova il giusto compromesso tra fatti e emozioni.”

“Si tratta di un lavoro eccellente e accurato, senza una sbavatura, per così dire. La trama è ben delineata e i personaggi approfonditi accuratamente. Lo stile è brillante.”

“In questo romanzo si respira più di un lieve sentore di camilleresca memoria.”

“In alcuni tratti ho ritrovato un’atmosfera stile Commissario Montalbano e scusate se è poco … ricordare, seppur in parte, la penna del grande Camilleri!”

“Il commissario Livia Solari è tornata! Con la sua arguzia e caratteraccio.”

“Un personaggio forte, intelligente ed indipendente. Contradditoria come ogni donna per cui oltre le gambe c’è di più, in questa nuova avventura la seguiremo per un anno. Ogni racconto corrisponde ad una stagione. Vicende umane e naturali si intersecano perfettamente tra scenari mozzafiato ed indagini.”

“L’autrice narra una vicenda forte con la delicatezza di stile che la contraddistingue.”

 

Chi è Livia Solari: I primi quattro romanzi

 La prima indagine del Commissario Livia

 SINOSSI: Livia Solari vive a Porto Scogliera, una cittadina inventata che si trova idealmente a sud della Sicilia, Livia è una donna forte che vive il suo lavoro in una terra arida non abituata alle donne in divisa.
Accanto a lei il suo vice Angelo Spagnoli, amico di sempre, il suo angelo custode, la parte calma del commissariato.
In questa prima indagine Livia e Angelo avranno a che fare con l’omicidio di due fidanzati, Sara e Michele, una prostituta trovata uccisa nel suo appartamento, una signora pettegola e dei tipi loschi.
Il giallo soft, racconta tematiche attuali che ascoltiamo quasi quotidianamente al telegiornale perché, in un mondo dove conta l’apparire e i soldi più che i sentimenti, ecco che Sara e Michele diventano le vittime dell’avidità.

I fiori rubati

SINOSSI: Livia Solari, commissario di Pubblica Sicurezza a Porto Scogliera, in questa seconda indagine dovrà fare i conti con il suo passato. Due bambine di otto anni sono state rapite, nessun riscatto, nessuna telefonata dai rapitori. Le due piccole hanno in comune due splendidi occhi azzurri e il nome che ricorda quello di un fiore. Livia dovrà trovarle e per farlo avrà a che fare con Lorenzo, suo collega ed ex fidanzato che le darà del filo da torcere.

Castelli di sabbia

SINOSSI: A Porto Scogliera si susseguono dei furti in villa. Nel frattempo, un giovane magrebino viene trovato morto in un terreno isolato.
Le due indagini si confondono e si mescolano portando alla luce le vite fragili dei protagonisti. Vite che, come dei castelli di sabbia, si sgretolano al minimo scossone. Livia dovrà cercare di venirne a capo nel più breve tempo possibile e, nel frattempo fare i conti con il nuovo medico legale appena arrivato a Porto Scogliera.

Le quattro stagioni del commissario Livia

SINOSSI: In questa quarta indagine Livia avrà quattro casi da risolvere. Un suicidio, un caso di body shaming, uno strano omicidio nato per opera di una fattucchiera e la morte di un pagliaccio.
Nel corso dell’anno che la vedrà impegnata a Porto Scogliera, Livia dovrà fare i conti con la sua vita privata, il suo nuovo amore ma anche con madre, suocera e cognata ma soprattutto con il tempo che passa.

Approfondimento

Il primo romanzo della serie è stato tradotto in lingua russa mentre i vari romanzi del Commissario Livia sono stati oggetto di studio da parte di alcune università straniere mentre, in Italia l’autrice è stata al centro di una conferenza sui nuovi scrittori e sul giallo a femminile. Un approfondimento con una tesi sulla vita della Sorbera e sulla sua opera principale, ovvero Il commissario Livia con una profonda analisi sul personaggio del commissario e sui protagonisti secondari nonché sulla società italiana e i pregiudizi di genere è stata pubblicata ad opera dell’autrice Angela Tirone all’interno dello studio sul giallo al femminile in Italia e all’estero.

La serie sul commissario Livia è composta da cinque romanzi e ha venduto nel mondo quasi 13.000 copie

 

Contatti autrice:

silvestra.sorbera@libero.it

L’autrice è disponibile a rilasciare interviste al numero 388 768 21 79

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: